Comfort visivo e illuminazione interna

{FOTO.titolo}

Comfort visivo, illuminazione, illuminamento e lux. Questi sono i fattori da tener presente per contribuire al benessere interno


Il benessere interno è dato sia dal comfort termico ed acustico che dal comfort visivo, ossia dallo stato in cui una persona può svolgere nel miglior modo possibile i diversi compiti all’interno di un’abitazione.

L’illuminazione all’interno di un ambiente,  artificiale o naturale, è considerata la principale responsabile del comfort visivo. Un’inadeguata illuminazione causa sensazione di malessere generale e stanchezza agli occhi.

L’illuminazione di un ambiente deve svolgere fondamentalmente tre funzioni:

- sicurezza: deve consentire lo svolgimento dell’attività ed il movimento in condizioni di sicurezza
- prestazione: deve consentire lo svolgimento del compito visivo in condizioni ottimali
- comfort: deve garantire un ambiente interno confortevole

Sin dalla fase progettuale è opportuno prevedere adeguati livelli di comfort visivo, definendo attentamente:

- la collocazione, l’orientamento e le dimensioni dell’edificio
- l’ubicazioni delle finestre
- il controllo delle riflessioni e degli abbagliamenti
- la previsione di schermature

La luce migliore è quella naturale, perché riproduce i colori fedelmente, giova al benessere psicofisico delle persone ed è gratuita.

 

GANGO DESIGNER

I contenuti di questo sito sono tutti appartenenti a Ottica Peragine. All Rights Reserved.